Conoscere gli ETF

Come sono creati e rimborsati gli ETF

Gli ETF si avvalgono di un processo esclusivo chiamato creazione/rimborso. In sintesi:

  • La creazione comporta l’acquisto di tutti i titoli sottostanti e il loro inserimento nella struttura dell’exchange traded fund
  • Il rimborso è il processo con cui l’ETF viene "scomposto" di nuovo nei singoli titoli

Questo processo differenzia gli ETF dagli altri veicoli d’investimento ed è il meccanismo alla base di molti dei loro vantaggi, dalla migliore efficienza fiscale alla maggiore liquidità. Ma c’è molto di più.


Processo di creazione/rimborso degli ETF

Il processo di creazione e rimborso degli ETF avviene nel mercato primario tra lo sponsor dell’ETF e gli Authorized Participants (AP). Gli AP sono broker-dealer self-clearing, registrati negli Stati Uniti, che regolano l’offerta di quote di ETF sul mercato secondario.

Creazione

Gli authorized participants creano quote di ETF in grandi blocchi, denominati unità di creazione, assemblando i titoli sottostanti del fondo nelle loro ponderazioni appropriate per raggiungere la dimensione dell’unità di creazione, in genere pari a 50.000 quote di ETF. Successivamente, l’AP consegna questi titoli allo sponsor dell’ETF (nel nostro caso a SPDR ETFs).

A sua volta, lo sponsor dell’ETF assembla i titoli nella struttura dell’ETF e consegna le quote dell’ETF all’AP. Queste quote di nuova creazione vengono quindi introdotte nel mercato secondario, dove sono scambiate in borsa tra acquirenti e venditori.

Quando aumenta la richiesta, si possono creare altre quote di ETF seguendo lo stesso processo, che di fatto permette alla liquidità dei titoli sottostanti di un ETF di migliorare la liquidità dell’ETF stesso.

Rimborso

Invertendo questo processo, gli AP possono anche rimborsare le quote dell’ETF. Grandi blocchi di quote dell’ETF, denominati unità di rimborso, vengono raccolti sul mercato secondario e poi consegnati allo sponsor dell’ETF in cambio dei titoli sottostanti nella ponderazione appropriata pari all’unità del rimborso (anche in questo caso, di solito 50.000 quote).

Poiché il rimborso è il processo opposto alla creazione, quando la domanda diminuisce l’ETF può essere scomposto di nuovo in singoli titoli.

Per effetto del processo di creazione/rimborso, il gestore di portafoglio dell’ETF in genere non ha bisogno di acquistare o vendere titoli se non per scopi di ribilanciamento.


Il meccanismo di creazione e di rimborso

Guarda questo breve filmato per scoprire come funziona il processo di creazione/rimborso che è alla base di molti dei vantaggi degli ETF.


Vantaggi del processo di creazione/rimborso


Il processo di creazione e rimborso può sembrare complicato, ma è uno dei meccanismi che determina i potenziali vantaggi degli ETF.

  • Premio/Sconto: Grazie al processo di creazione/rimborso, gli AP monitorano costantemente e attentamente la domanda di ETF e quindi comprano o vendono azioni di conseguenza. Aggiungendo o sottraendo quote di ETF sul mercato, gli AP lavorano per mantenere il prezzo delle quote di un ETF strettamente allineato al valore degli asset detenuti in portafoglio, mitigando i premi o gli sconti sul prezzo di mercato dell’ETF rispetto al suo valore patrimoniale netto (NAV).
  • Liquidità: Inoltre, il meccanismo di creazione/rimborso crea due livelli di liquidità per gli ETF: la liquidità disponibile nel mercato secondario e quella dei titoli sottostanti. È per questo che il volume di scambi dell’ETF non è una misura esaustiva della liquidità complessiva del fondo. Per conoscere la liquidità completa di un ETF, gli investitori devono considerare anche la liquidità dei suoi titoli sottostanti.