Come negoziare e investire in ETF

Quando si esegue un’operazione in ETF, sono molte le decisioni da prendere per assicurarsi di conseguire la best execution. In questa sezione forniamo informazioni su come negoziare gli ETF, scegliendo la migliore strategia di esecuzione e comprendendo i vari livelli di liquidità degli ETF.


Albero decisionale dell’execution

Quando si esegue un’operazione in ETF, sono molte le decisioni da prendere per assicurarsi di conseguire la best execution. Qui di seguito presentiamo un riassunto delle strategie di esecuzione.

Comprare e vendere ETF: ottenere la best execution

Strategia di esecuzione Descrizione Urgenza elevata Sensibilità all’impatto sul mercato Rischio di tempo Anonimato
Risk Trade Il cliente riceve il prezzo per l’intera operazione in una sola volta e il liquidity provider si assume il rischio di gestire la posizione risultante. I liquidity provider possono essere messi in competizione per l’operazione, consentendo una chiara misura della best execution. Il cliente generalmente effettua un confronto rispetto al NBBO (National Best Bid and Offer) quotato      
NAV Trade Operazione eseguita acquistando o vendendo il basket di titoli sottostanti e successivamente creando/rimborsando le quote di ETF. Il cliente in genere riceve un prezzo che riflette l’esecuzione delle operazioni per il basket di titoli sottostanti, più o meno i costi di creazione/rimborso. Il cliente di solito effettua un confronto rispetto al NAV di fine giornata.    
Ordine lavorato

Tipi di ordini elettronici che utilizzano istruzioni di trading automatizzate e preprogrammate. Gli ordini possono essere misurati rispetto a benchmark di esecuzione in base a volume, tempo o altri

parametri. Può essere applicato sia alla negoziazione nel mercato secondario che alla negoziazione del basket.

 

Liquidità

La liquidità è una delle caratteristiche più importanti degli ETF che attira verso questo veicolo diverse tipologie di investitori. Misurare la liquidità di un ETF non è semplice come controllare il volume di scambio medio giornaliero (ADV) e lo spread bid/ask nel mercato secondario. Se si considera solo questa liquidità “on-screen” si trascurano alcuni dei vantaggi più importanti della struttura dell’ETF, come la capacità di creare e rimborsare quote sfruttando la liquidità del mercato primario dei titoli presenti nell'ETF. Abbiamo creato una guida sui vari livelli di liquidità degli ETF e su come valutare sia la liquidità “on-screen” che quella del mercato primario.

Consulta il manuale sulla liquidità